i-migliori-oli-essenziali-per-dolori-muscolari

I migliori oli essenziali per dolori muscolari

A chi non capita di avere delle giornate in cui siamo afflitti da dolori muscolari? Torcicollo, dolore lombare, tensione tra le scapole sono tra i più comuni problemi di questo tipo. In questo post cercherò di spiegare meglio come alleviare il dolore muscolare in modo naturale ed efficace, e quali sono i migliori oli essenziali per dolori muscolari.

La più immediata contromisura che ci viene da adottare in questi casi è il ricorso a farmaci da banco per alleviare il dolore e la tensione: antidolorifici, miorilassanti ed antiinfiammatori sono categorie di farmaci che tutti noi conosciamo bene. E se invece la natura ci venisse incontro, offrendoci alternative terapeutiche assolutamente naturali e prive di tutti quei fastidiosissimi effetti collaterali dovuti all’uso dei rimedi della farmacopea tradizionale? Sto parlando degli oli essenziali, da secoli usati nelle varie culture, per lenire e curare tantissimi sintomi.

Le cause del dolore muscolare

I muscoli sono fondamentali per il nostro normale funzionamento. Ci aiutano ad aprire gli occhi, a respirare, a parlare, a camminare e a sorridere…

I muscoli sono costituiti da fibre, che si contraggono e si distendono, e che sono collegati a ligamenti: quando lavorano si accorciano e si rafforzano, mentre se sono a riposo, si distendono. I muscoli sono molto flessibili e adattabili, ma sempre con dei limiti. Un sovraccarico può causare l’indolenzimento, provocato da l’acido lattico bloccato nelle fibre muscolari. Distendendo il muscolo e massaggiandolo riusciamo ad eliminare l’acido lattico e a lenire il dolore.  

Il dolore muscolare può essere dovuto a molteplici cause: un duro allenamento fisico, stress da lavoro, un lungo viaggio in auto o in aereo, un problema cronico come la fibromialgia o l’artrite. Sebbene per questi ultimi due problemi sia essenziale consultare il proprio medico di fiducia o uno specialista, per la messa a punto di un piano terapeutico specifico, l’uso degli oli essenziali può affiancare terapie mediche tradizionali, favorendo il corretto afflusso sanguigno alle zone interessate, e promuovendo un sollievo da ansia e stress che, pur non influendo direttamente sul sintomo da trattare, contribuiscono a porre l’organismo in una condizione maggiormente adatta a rispondere positivamente alla condizione da riequilibrare.

Perché usare gli oli essenziali per il dolore muscolare

olio-essenziale

Quando i nostri muscoli sono contratti e doloranti, il ricorso al massaggio con gli oli essenziali risulta estremamente efficace perché favorisce una maggiore irrorazione sanguigna e, stimolando il sistema limbico, promuove un effetto miorilassante.

L’uso degli oli essenziali può risultare molto efficace in caso di dolori muscolari da tensione o stress, spasmi muscolari dopo lo sport, mal di schiena, crampi muscolari, o strappi muscolari.

Applicare gli oli essenziali con un leggero massaggio sulle zone interessate, aiuta a far distendere i muscoli, a far penetrare i principi attivi, a migliorare la circolazione sanguigna e la produzione del calore, a facilitare gli scambi cellulari…

Gli oli essenziali, inoltre, sono l’alternativa perfetta ai farmaci convenzionali, ricchi di effetti collaterali. Se hai fatto caso, la maggior parte dei prodotti in commercio, come gel e creme con estratti naturali, contengono anche oli essenziali.

Quali sono i migliori oli essenziali da usare per i dolori muscolari

Gli oli essenziali maggiormente indicati per lenire il dolore muscolare sono:

  • Wintergreen:
wintergreen
Wintergreen

Questo olio è presente in molti prodotti da massaggio e unguenti per sportivi.

Gli Inuit canadesi usano questa pianta normalmente sotto forma di tisana per lenire infiammazioni di qualunque origine.

L’olio essenziale di wintergreen viene estratto dalle foglie attraverso la distillazione a corrente di vapore acqueo, ed ha un’azione antinfiammatoria, antidolorifica e antispasmodica. Scalda localmente il muscolo, dilata i vasi sanguigni e permette una migliore circolazione.

È privo di controindicazioni, ma è consigliabile usarlo diluito con un olio vegetale, come olio di calendula, iperico, arnica oppure olio frazionato di cocco.

  • Menta piperita:
menta piperita
Menta Piperita

Presenta spiccate proprietà antinfiammatorie ed analgesiche. Questo olio essenziale è indicato anche in caso di fibromialgia, dolore mio-fasciale, artrite ed emicrania.

Se ne consiglia il massaggio sulle zone interessate usando un olio vettore, oppure aggiungendo alcune gocce per il bagno in vasca, oppure ancora usando un diffusore da accendere durante il giorno. Attenzione a non usare la menta piperita nel diffusore durante la notte, poiché la sua azione tonica ed attivante potrebbe negativamente influire durante il sonno.

Per maggiori informazioni leggi anche: OLIO ESSENZIALE DI MENTA PIPERITA: PROPRIETÀ, USI E CONTROINDICAZIONI

  • Elicriso:
elicriso
Elicriso

Originario del Mediterraneo, dove da millenni è stato usato per le sue virtù, svolge un’azione spasmolitica ed antinfiammatoria. Addirittura pare essere efficace nel dolore neuropatico, come ad esempio nella sciatalgia. Da usare come gli altri oli essenziali. Assolutamente vietato durante tutta la gravidanza.

  • Copaiba:
copaiba
Copaiba

Usato dai nativi del Brasile a scopi curativi sin dal sedicesimo secolo, questo è l’olio essenziale antinfiammatorio per eccellenza.

Grazie al suo composto chimico principale beta-cariofilene, l’olio essenziale di Copaiba è perfetto per curare dolori muscolari. Ha una potente azione antinfiammatoria, antidolorifica, neuroprotettiva e, inoltre, migliora la circolazione sanguigna.

Diluito con un olio vettore, può essere utilizzato per massaggiare le zone interessate, anche in abbinamento con altri oli essenziali elencati qui, come ad esempio l’olio essenziale di Menta Piperita e/o Wintergreen.

Per maggiori informazioni leggi anche: OLIO ESSENZIALE DI COPAIBA: PROPRIETÀ’, USI E CONTROINDICAZIONI

  • Pepe nero:
pepe nero
Pepe nero

Il suo effetto riscaldante sulla pelle promuove la circolazione sanguigna ed è un ottimo analgesico per l’artrite ed i dolori muscolari. Da usare come gli altri oli essenziali. Risulta controindicato se si è affetti da infiammazioni od ulcere gastrointestinali.

  • Rosmarino:
rosmarino
Rosmarino

Le sue proprietà analgesiche lo rendono prezioso contro tutti i tipi di dolori muscolari. Risulta controindicato in gravidanza e se si è affetti da patologie quali ipertensione ed epilessia.

  • Dragoncello:
dragoncello
Dragoncello

È un eccellente antispasmodico neuromuscolare, e riesce a lenire anche i dolori derivanti da stress. Risulta utile contro gli sforzi fisici o per i massaggi sportivi. Avendo un buon tasso di penetrazione, passa facilmente attraverso il sangue e raggiunge la massa muscolare profonda e la sinovia, dove svolge una funzione fortemente antispasmodica. Non ci sono controindicazioni al suo uso.

  • Lavanda:
lavanda
Lavanda

Oltre a vantare proprietà rilassanti ed ipnotiche, la lavanda mitiga lo stress e l’ansia e favorisce la circolazione sanguigna. Sia inalata, che usata per massaggio con un olio vettore, che aggiungendo alcune gocce per il nostro bagno in vasca (10-15 gocce in acqua tiepida), la lavanda fornirà i suoi benefici sia a livello fisico che mentale. Non vi è nessuna controindicazione al suo uso.

Miscele di oli essenziali:

doTERRA ha ideato una miscela speciale dedicata alle problematiche osteo-muscolari, chiamata Deep Blue.

Questa miscela di oli essenziali ha un effetto miorilassante, risulta utile per alleviare le tensioni, le contratture e ridurre il dolore dovuto a fenomeni infiammatori.

I componenti di Deep Blue sono stati scelti per lavorare in sinergia per fornire sollievo ed un’azione rinfrescante e anti-stress.

Ecco quali sono gli oli essenziali che compongono la miscela Deep Blue: Wintergreen, Canfora, Menta piperita, Blu Tanaceto (Blue Tansy), Ylang-Ylang, Camomilla tedesca (Blue Chamomile), Elicriso e Osmanto.

Se si è in gravidanza, se si sta allattando o sei si è in cura con un medico, meglio consultare un medico di fiducia prima di usare Deep Blue. Evitare il contatto con gli occhi, la parte interna delle orecchie ed aree sensibili.

Come usare gli oli essenziali per dolori muscolari

Nel caso di dolori muscolari gli oli essenziali possono essere applicati sulla pelle attraverso:

  • un massaggio locale delicato, oppure
  • un impacco (freddo o caldo), in modo da prolungare il contatto dell’olio essenziale con la pelle. Questo tipo di applicazione può risultare particolarmente utile in caso di dolori infiammatori e/o intensi (impacco freddo per anestetizzare la zona) e contratture (impacco caldo).

Per un maggiore effetto è possibile abbinare gli oli essenziali ad altri oli vegetali come ad esempio:

Arnica montana:

è un olio essenziale molto efficace in problemi come l’artrite, il tunnel carpale ed il dolore muscolare da sforzo, tendiniti. Le sue proprietà vasodilatatrici favoriscono lo smaltimento delle sostanze algogene (che generano dolore) presenti nei muscoli. L’olio di arnica deve essere utilizzato solo per via esterna. Qualora venisse ingerito, si possono verificare disturbi al fegato, gastrite, nausea, vomito, mal di testa, pressione bassa e palpitazioni.

L’olio di arnica si sposa bene con gli oli essenziali di Elicriso, Rosmarino, Eucalipto.

Iperico:

questo olio è perfetto per i dolori alla schiena o collo, grazie alle sue proprietà antalgiche e antinfiammatorie. Bisogna però fare attenzione, perché è un olio fotosensibile e non andrebbe mai applicato prima di un’esposizione solare.

L’olio di iperico si sposa bene con i seguenti oli essenziali: Wintergreen, Lavanda.

Calendula:

raccomandato per pelli sensibili ed ha un’azione distensiva ed antinfiammatoria. Si sposa bene con gli oli essenziali di Elicriso e Lavanda.

conclusione

Gli oli essenziali possono essere un aiuto davvero valido se si soffre di dolori muscolari. Non solo risultano efficaci nel lenire i sintomi dolorosi e l’infiammazione, ma anche (attraverso l’inalazione) nel placare la tensione, l’ansia e lo stress, che potrebbero essere alla base dei dolori muscolari.

Tuttavia, nel caso di dolori che durano da più di tre mesi e che interferiscono con la normale qualità della vita, è consigliabile rivolgersi ad uno specialista, che saprà mettere a punto una terapia farmacologica tradizionale da abbinare magari a tecniche come l’osteopatia.

E tu hai mai usato gli oli essenziali per lenire dolori muscolari? Condividi con me la tua esperienza nella sezione commenti, e non esitare a contattarmi se hai qualche domanda o hai bisogno di acquistare gli oli essenziali ad un prezzo agevolato. Sarò lieta di aiutarti!

Olio essenziale di Copaiba: proprietà benefiche, usi e controindicazioni

L’olio essenziale di Copaiba è ancora poco conosciuto nel resto del mondo, mentre nell’America del Sud è una parte importante della medicina e della cucina locale. In questo post cerchiamo di scoprire in dettaglio le caratteristiche preziose, le proprietà, gli usi e le controindicazioni di questo olio essenziale.

Negli ultimi tempi si parla moltissimo dell’uso dei cannabinoidi nella cura e nella prevenzione di tantissimi disturbi e malattie.

I due principi attivi più noti sono: il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD).

Il primo è il principio attivo famoso per l’effetto “sballo” e che interagisce con i recettori CB1 (cervello e sistema nervoso centrale), il secondo invece agisce sui recettori CB2 (sistemi endocrino ed immunitario) con una lunga lista di effetti benefici:

  • antidolorifico,
  • antinfiammatorio,
  • controllo dell’ansia,
  • prevenzione del cancro,
  • supporto per il sistema nervoso,
  • prevenzione delle convulsioni,
  • supporto per il sistema cardiovascolare ecc.

Ma non tutti sanno che esiste un terzo tipo di cannabinoide, scoperto nel 2008 e chiamato BCP, ovvero Copaiba. Anch’esso interagisce con i recettori CB2, è privo di effetti psicoattivi, ma si presenta in una forma molto più concentrata.

Per fare il confronto fra CBD e Copaiba, dobbiamo innanzitutto analizzare la concentrazione del principio attivo:

  • il CBD proveniente da canapa ha una concentrazione di 2-4%;
  • il CBD proveniente da cannabis (marijuana) ha una concentrazione di 5-35%;
  • il BCP (olio essenziale di Copaiba doTERRA) ha una concentrazione del 60%, perché viene ottenuto da quattro specie diverse di alberi Copaifera.

La differenza è notevole ed è quella che incide direttamente sugli effetti benefici di quest’olio essenziale.

Come si ottiene l’olio essenziale di Copaiba?

L’olio essenziale di Copaiba si ottiene dalla oleoresina proveniente dalla corteccia degli alberi Copaifera, attraverso la distillazione a vapore.

Esistono diverse specie di Copaifera utilizzate per produrre l’olio di Copaiba (officinalis, langsdorffii, reticulata, coriacea), che crescono prevalentemente nelle foreste tropicali dell’Amazonia e nelle regioni dell’America del Sud. Ognuna di queste specie possiede caratteristiche benefiche particolari, che, se abbinate insieme, danno alla luce un olio essenziale davvero prezioso.

Lo sapevi che: l’olio essenziale di Copaiba viene utilizzato dai nativi del Brasile a scopi curativi sin dal sedicesimo secolo?

Guarda questo video per scoprire di più su come si ottiene l’olio di Copaiba doTERRA.

Composti chimici

Il composto chimico principale dell’olio essenziale di Copaiba è il beta-cariofilene (β-caryophyllene), presente anche nel pepe nero e in altri oli essenziali come ad esempio gli oli di Garofano (Clove), Melissa o Rosmarino.

Proprietà benefiche dell’olio essenziale di Copaiba

L’olio essenziale di Copaiba è un olio altamente volatile e andrebbe maneggiato e conservato con cura. Grazie ai suoi composti chimici, che si legano ai recettori endocannabinoidi presenti nel nostro corpo, questo olio ha tantissimi effetti benefici e può essere utile per curare e prevenire tantissimi fastidi e disturbi.

Ecco quali sono le proprietà benefiche dell’olio di Copaiba:

1 – Potente antiossidante e agisce a livello cellulare

2 – Rafforza le difese immunitarie

3 – Supporta la salute del sistema riproduttivo femminile

Migliora il tono dell’utero, normalizza il ciclo mestruale.

4 – Azione antidolorifica

Alla base del dolore possono esserci diverse cause: digestive, gastrointestinali, neurologiche, polmonari, muscoloscheletriche ecc. L’olio essenziale di Copaiba, grazie alle sue proprietà antiossidanti, antisettiche, antibatteriche ed antinfiammatorie, agisce alla radice del problema e, di conseguenza, combatte il dolore.

5 – Potente antinfiammatorio

È stato dimostrato che l’uso topico dell’olio essenziale di Copaiba ha un effetto positivo sull’infiammazione provocata dalle artriti e può contribuire a diminuire il dolore articolare.

6 – Azione neuroprotettiva

L’olio essenziale di Copaiba può aiutare a proteggere i nervi da danni ed a promuovere la guarigione dopo traumi al sistema nervoso centrale.

6 – Supporta la salute del tratto gastrointestinale e agisce come gastroprotettore.

7 – Supporta la salute della pelle

L’olio essenziale di Copaiba ha un’azione cicatrizzante, utile contro imperfezioni cutanei, brufoli ed acne. È utile per accelerare la guarigione delle ferite e risulta efficace nella lotta contro i batteri e microroganismi che provocano l’acne vulgaris.   Questo olio può inoltre essere utile per promuovere la guarigione dopo interventi dentali.

8 – Proprietà antifungine, antibatteriche ed antivirali

L’olio essenziale di Copaiba potrebbe essere utile per combattere contro germi e batteri, ma anche diversi virus che provocano l’influenza.

9 – Efficace in caso di leishmaniosi

10 – Utile nei disturbi polmonari

11 – Migliora la circolazione sanguigna

12 – Efficace nei disturbi del tratto urinario

Facilita la guarigione ed il processo di rigenerazione.

13 – Potente repellente e insetticida

Risulta particolarmente efficace nel prevenire i morsi di zecche.

14 – Supporta la salute del fegato

15 – Utile per combattere l’ansia

L’olio essenziale di Copaiba può aiutare a ritrovare la tranquillità e combattere lo stress e l’ansia.

16 – Proprietà antitumorali

Uno studio pubblicato nel BMC Complementary and Alternative Medicine Journal ha evidenziato come i principi attivi presenti nell’olio essenziale di Copaiba (humulene, beta-cariofilene, copaene e bergamotene) possono prevenire e rallentare lo sviluppo di cellule tumorali. 

17 – Utile nelle malattie autoimmuni

Uno studio sperimentale pubblicato sulla rivista Molecules, ha evidenziato che l’utilizzo dell’olio essenziale di Copaiba potrebbe essere utile nell’alleviare i sintomi delle malattie autoimmuni, come ad esempio la psoriasi o la sclerosi multipla, perché potrebbe aiutare il sistema immunitario a rispondere meglio alla malattia.

olio essenziale di copaiba

L’olio essenziale di Copaiba è ancora oggetto di tanti studi e ricerche. L’interesse crescente verso questo olio è dovuto anche al fatto che è privo di sostanze psicoattive, quindi adatto per bambini, adulti e amici a quattro zampe.

Come si usa?

Uso topico: L’olio essenziale di Copaiba, diluito con un olio vettore, può essere utilizzato per massaggiare le zone interessate.

Per preparare un rimedio antidolorifico, aggiungete 20 gocce di olio di Copaiba a 10 ml di olio frazionato di cocco – utile in caso di dolori muscolari; o mal di schiena o collo, dovuti al lavoro al computer, ad esempio.

Una goccia di olio essenziale di Copaiba, aggiunta al siero o alla crema notte, può contribuire a rendere la pelle più pulita e luminosa.

Qualche goccia applicata su piccole ferite può accelerarne la guarigione.

Uso interno: L’olio essenziale di Copaiba viene utilizzato come medicina da ingerire già dal XVI secolo.

Può essere assunto dentro una capsula vegetale (1-2 gocce), sotto la lingua oppure aggiunto nell’acqua, succo o tisana.

Assunto internamente aiuta a calmare il sistema nervoso, a supportare il sistema cardiovascolare, immunitario e respiratorio. È inoltre un’ottima fonte di antiossidanti.

Diffusore: Per un effetto calmante aggiungere 3-4 gocce di olio essenziale di Copaiba.

Con quali oli può essere abbinato?

L’olio essenziale di Copaiba si sposa perfettamente con l’olio essenziale di Frankincense (Incenso). È consigliata la combinazione di questi due oli per una salute ed un benessere ottimale. Altri oli da abbinare sono: gli oli essenziali di Lavanda, Limone, Arancia (Wild Orange), Cedarwood (Cedro) e doTERRA Serenity blend.   

Avvertenze e controindicazioni

L’olio essenziale di Copaiba è generalmente un olio ben tollerato. Potrebbe essere usato non diluito, ma in caso di dubbio o pelle sensibile è sempre meglio diluirlo con un olio vettore.

Evitare il contatto con gli occhi, la parte interna delle orecchie e zone sensibili del corpo.

In caso di gravidanza o allattamento è meglio chiedere il parere del medico di fiducia prima di utilizzare l’olio essenziale di Copaiba.

Gli effetti collaterali dell’olio essenziale di Copaiba sono piuttosto rari. È ovvio che un consumo o un utilizzo eccessivo potrebbe essere dannoso e provocare alcune reazioni simili ad un’intossicazione alimentare, come:

  • disturbi digestivi (nausea, mal di stomaco, vomito o diarrea);
  • insonnia;
  • rash cutaneo.   

Come e dove comprare l’olio essenziale di Copaiba

La qualità e la purezza è l’aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si acquista un olio essenziale.

DoTERRA garantisce la totale purezza e il grado terapeutico dei suoi oli attraverso il protocollo “CPTG – Certified Pure Therapeutic Grade”.

L’olio essenziale di Copaiba può essere acquistato online al prezzo di €52 cliccando sul tab “Negozio” nel menù principale in alto. Se invece desideri risparmiare ed acquistare i tuoi oli all’ingrosso (per fare un esempio, pagheresti solamente €39 per l’olio essenziale di Copaiba – €13 euro di risparmio per un solo olio!), ti suggerisco di iscriverti al sito cliccando sulla sigla “Aderisci e risparmia” e seguendo le istruzioni passo-per-passo, che troverai QUI.

Conclusione

L’olio essenziale di Copaiba è uno degli oli che non possono mancare mai nella mia quotidianità. Grazie ai suoi numerosi usi e i benefici che apporta, uso questo olio, da solo o in miscele con altri oli, per curare i mal di testa da tensione, le nevralgie, il dolore mestruale, il dolore muscolare, i sintomi da raffreddore ecc.

Devo ammettere che da quando ho conosciuto l’olio essenziale di Copaiba ho ridotto drasticamente l’uso di farmaci antidolorifici e/o antinfiammatori (FANS), che possono causare tantissimi effetti collaterali.

Credo che questo olio essenziale possa essere una validissima alternativa o addizione alle cure convenzionali. L’importante è sperimentare e farsi guidare da uno specialista per trovare il giusto dosaggio e, eventualmente, la giusta combinazione di oli complementari.

Risorse: