olio-essenziale-di-maggiorana-proprietà-benefiche-usi-controindicazioni

Olio essenziale di Maggiorana: proprietà, usi e controindicazioni

Apprezzata soprattutto per il suo aroma, la Maggiorana è conosciuta dai tempi antichi, perché veniva usata con successo per curare dolori muscolari, articolari e mal di stomaco. Tutte le sue preziose qualità sono racchiuse nelle gocce di olio essenziale di Maggiorana. In questo post, cerchiamo di scoprire in dettaglio le caratteristiche uniche, le proprietà benefiche, gli usi e le controindicazioni di questo olio essenziale.

La Maggiorana è una pianta aromatica il cui nome scientifico è Origanum majorana, ed è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Lamiaceae. Originaria dell’Africa settentrionale e dell’Egitto, la maggiorana cresce nel bacino mediterraneo, principalmente in Francia, Spagna, ma anche in Ungheria.

La maggiorana è un arbusto perenne di 50-60 cm di altezza con foglie ovali e lanuginose dal colore grigio-verde o verde scuro che, se spremute, sprigionano un aroma forte, dolciastro e piccante. I fiorellini, di colore dal bianco al malva, sbocciano a luglio e sono raggruppati in infiorescenze compatte e vellutate.

Attenzione! La maggiorana viene spesso confusa con la maggiorana di Spagna, che in realtà è un timo (nome latino Timus mastichina) e, quindi, con proprietà diverse e più irritante per la pelle.

Lo sapevi che: in epoca greca e romana la maggiorana incoronava la testa dei giovani sposi perché si pensava che portasse felicità e favorisse il concepimento.

Come si ottiene l’olio essenziale di Maggiorana?

maggiorana

L’olio essenziale di Maggiorana viene estratto dai fiori attraverso la distillazione a vapore, ed è un olio fluido dal colore pallido o giallastro, a volte leggermente ambrato.

Il profumo è dolce, caldo e distensivo, e il sapore è leggermente speziato.

Lo sapevi che: servono circa 100 kg di fiori di Maggiorana per ottenere soltanto 300 ml di olio essenziale.

Composti chimici

I composti chimici principali dell’olio essenziale di Maggiorana sono i monoterpenoli (terpineolo-4), trans-sabinene idrato e y-terpinene.

Proprietà benefiche dell’olio essenziale di Maggiorana

L’olio essenziale di Maggiorana ha moltissime proprietà preziose per quanto riguarda il benessere della persona, anche se è conosciuto soprattutto per la sua azione benefica nei confronti dei disturbi di origine nervosa.

Ecco tutti i benefici dell’olio essenziale di Maggiorana:

1 – Allevia le agitazioni nervose ed i conseguenti effetti SULL’ORGANISMO:

Come ad esempio:

Effetti sul sistema cardiovascolare: ipertensione arteriosa, tachicardia (accelerazione del ritmo cardiaco).

Effetti sul sistema polmonare: difficoltà respiratorie, asma nervosa.

Effetti sul sistema digestivo: gastrite, ulcera, dolori allo stomaco, colite.

Effetti sul sistema sessuale: eccessiva eccitazione, ossessione.

Effetti sul sistema neuropsichico: ansia, stress, senso di oppressione, spasmofilia. La maggiorana è utile in questo caso perché aiuta ad abbassare la pressione e a dilatare i vasi sanguigni. L’olio essenziale di maggiorana, inoltre, aiuta a contrastare i tic nervosi.

Effetti sul dolore: dolori reumatici, nevralgie.

2 – Azione antidolorifica e antispasmodica:

Può risultare utile in caso di emicranie, spasmi uterini (dolori mestruali e disturbi premestruali), spasmi digestivi, dolori muscolari, lombalgia, artriti ecc.

3 – Azione antiossidante.

4 – Azione antinfiammatoria.

5 – Combatte l’insonnia:

L’olio essenziale di Maggiorana favorisce un sonno naturale e riparatore, perché aiuta a distogliere la mente dall’attività per sintonizzarsi sulle frequenze del riposo e del rilassamento.

6 – Riduce l’irritabilità.

7 – Azione sedativa.

8 – Agisce contro gli sbalzi d’umore:

L’olio essenziale di maggiorana può risultare utile per le donne in premenopausa.

9 – Combatte le infezioni respiratorie.

10 – Potente antinfettivo:

L’olio essenziale di Maggiorana è un efficace antibatterico e antifungino. Agisce contro lo stafilococco aureo, lo pneumococco e il colibacillo.

11 – Utile in caso di asma allergica.

12 – Favorisce la digestione:

L’olio essenziale di Maggiorana aiuta a combattere la flatulenza, l’aerofagia, la stipsi, la dispepsia e le coliche. Ha, inoltre, un’azione gastroprotettiva.

13 – Utile in caso di ipertiroidismo.

14 – Utile in caso di tosse.

olio essenziale di maggiorana - proprietà benefiche

Come si usa l’olio essenziale di Maggiorana?

  • Uso topico

L’olio essenziale di maggiorana può essere applicato sulla pelle, attraverso un massaggio delicato un uno dei seguenti modi:

  • direttamente sulla zona da trattare (in caso di dolori muscolari, artrite, lombalgia, dolori mestruali ecc.) – l’olio essenziale di maggiorana può anche essere aggiunto a miscele di oli per un effetto sinergico;
  • applicare qualche goccia sui polsi, sul retro del collo, sul plesso solare e sulla pianta dei piedi (utile soprattutto in caso di mal di testa, per placare sintomi d’ansia e nervosismo, ipertensione, palpitazioni ecc.).
  • Uso interno

Viene consigliato di prendere l’olio essenziale di maggiorana per via orale (qualche goccia in una capsula vegetale) oppure sublinguale (sotto la lingua) per disturbi come ansia, disturbi digestivi, per rafforzare il sistema immunitario e per proteggere il sistema cardiovascolare.

  • Diffusione e inalazione

Ogni aromaterapista è del parere che il naso è una splendida “macchina per curare”. La via olfattiva, infatti, è uno dei modi più efficaci di godere degli enormi benefici degli oli essenziali. Questo è spiegato dal fatto che le mucose olfattive presentano 10 milioni di cellule nervose ed è per questo motivo che gli odori hanno un impatto così forte sui nostri comportamenti e sul nostro benessere.

Anche nel caso dell’olio essenziale di maggiorana, la via olfattiva è indicata nel caso di palpitazioni, ipertensione arteriosa, stress e ansia, insonnia, difficoltà respiratorie, blocco del plesso, tosse, bronchiti ecc.

Basta 1 goccia su un batuffolo di cotone o su un fazzoletto, oppure aggiungere 3-4 gocce nel diffusore, oppure applicare una goccia sui polsi ed inalare facendo dei respiri profondi.

  • Cucina

L’olio essenziale di maggiorana è un valido sostituto della maggiorana essiccata. Provate ad aggiungere qualche goccia ai vostri piatti, anche in abbinamento ad altri aromi.

Con quali oli può essere abbinato?

L’olio essenziale di maggiorana si sposa perfettamente con i seguenti oli essenziali: Basilico, Bergamotto, Cipresso, Lavanda, Melissa, Rosmarino, Melaleuca (Tea Tree), Arancia, Cedro (Cedarwood), Camomilla Romana, Ylang Ylang, Salvia Sclarea (Clary Sage), Incenso (Frankincense), Eucalipto.

Avvertenze e controindicazioni

L’olio essenziale di maggiorana ha un’azione anafrodisiaca ed è controindicata, quindi, per le persone che soffrono di mancanza di libido e/o di disfunzione erettile.

Lo sapevi che: La Maggiorana veniva coltivata nei conventi, proprio grazie alla sua proprietà di diminuire il desiderio sessuale. Era d’aiuto ai monaci, che non vivano la propria sessualità per scelta, ed avevano bisogno di un conforto sul piano emotivo.  

Se applicato puro potrebbe irritare la pelle sensibile. In questo caso è consigliabile diluirlo al 50% con un olio vegetale, come ad esempio l’olio frazionato di cocco.

Controindicato in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini molto piccoli.

Come e dove comprare l’olio essenziale di l’olio essenziale di Maggiorana?

La qualità e la purezza è l’aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si acquista un olio essenziale. DoTERRA garantisce la totale purezza e il grado terapeutico dei suoi oli attraverso il protocollo “CPTG – Certified Pure Therapeutic Grade”.

L’olio essenziale di Maggiorana può essere acquistato online al seguente link al prezzo di €26 cliccando sulla sigla “Negozio”. Se invece desideri risparmiare ed acquistare i tuoi oli all’ingrosso (per fare un esempio, pagheresti solamente €19,50 per l’olio essenziale di Maggiorana, 6,50 euro di risparmio per un solo olio!), ti suggerisco di iscriverti al sito cliccando sulla sigla “Aderisci e risparmia” e seguendo le istruzioni passo-per-passo, che troverai QUI.

Se, invece preferisci altre marche, puoi trovare diverse alternative cliccando sul tab “Negozio” -> “Altri prodotti”.

Prodotti consigliati:

Conclusione

Poiché la maggior parte dei sintomi e dei disturbi che ci affliggono quotidianamente sono frutto di periodi di stress prolungato, penso davvero che l’olio essenziale di Maggiorana sia indispensabile per aiutarci a ritrovare il benessere psicofisico.

Non solo. Il suo utilizzo può essere utile anche durante i periodi di allergie stagionali e per curare i raffreddori.

La maggiorana, quindi, non è solamente una pianta aromatica da usare per insaporire in nostri piatti, ed i suoi usi non si limitano solamente all’aspetto gastronomico. La Maggiorana possiede numerose proprietà benefiche alla salute del nostro corpo e della nostra psiche, che sono oggetto di ricerche e studi sempre più numerosi.  

Risorse:

“La mia Bibbia degli oli essenziali”, Danièle Festy

“Prontuario di aromaterapia”, Fabio Nocentini

“Il dizionario degli oli essenziali: Conoscere e usare le essenze di fiori”, Maria Fiorella Coccolo

“Sweet Marjoram: A Review of Ethnopharmacology, Phytochemistry, and Biological Activities.” Bina F, Rahimi R.

olio-essenziale-di-origano-proprietà-benefiche-usi-controindicazioni

Olio essenziale di Origano: proprietà, usi e controindicazioni

L’olio essenziale di origano è uno degli oli essenziali più potenti in assoluto e viene utilizzato da secoli nelle pratiche tradizionali. Cerchiamo di scoprire in dettaglio le caratteristiche uniche, le proprietà benefiche, gli usi e le controindicazioni dell’olio essenziale di origano.

L’origano è una pianta alta 30-80 cm, le cui foglie hanno un colore verde scuro ed un sapore pungente, ed i fiori si presentano a piccole pannocchie di colore rosa.

Il nome di questa pianta deriva dal greco “oros gamos” e significa “monte splendido”, in riferimento alla bellezza dei fiori di origano che coprivano le colline del Mediterraneo.  

Come si ottiene l’olio essenziale di origano?

origano fiori

L’olio essenziale di origano si ottiene dalle cime fiorite della pianta, attraverso la distillazione a vapore, ed è fluido, un po’ vischioso, dal colore arancio, ambrato o bruno chiaro. L’odore di quest’olio ricorda quello del timo e dell’erba fresca.

Lo sapevi che: ci vogliono 100 kg di fiori per ottenere soltanto 100 ml di olio essenziale di origano?

Composti chimici

I composti chimici principali dell’olio essenziale di origano sono:

  • i fenoli (carvacrolo, timolo);
  • i monoterpeni (pineni);
  • i monoterpenoli (linalolo).

Proprietà benefiche dell’olio essenziale di origano

L’olio essenziale di Origano ha tantissime proprietà preziose, ma è conosciuto soprattutto grazie alle sue proprietà antibatteriche.  

1 – Potente antibiotico

Le ricerche moderne descrivono l’olio essenziale di origano come l’antibiotico del futuro.

Non solo è estremamente efficace, ma in aggiunta non provoca resistenza da parte dei batteri.

Il suo utilizzo per curare infezioni di diversa entità potrebbe essere una valida alternativa, visto che spesso si verifica la resistenza dei batteri agli antibiotici classici, che, oltretutto, hanno una serie di effetti collaterali importanti (come micosi e problemi di digestione). Sembrerebbe che l’olio essenziale di origano non abbia questo effetto distruttivo sulla flora intestinale, ma contribuisca a mantenerlo in salute.

Non esiste, quindi, un altro olio antibatterico così potente. L’olio essenziale di origano è perfetto per combattere malattie infettive resistenti ai farmaci, come ad esempio, quelle contratte in ospedale.

L’olio essenziale di origano viene utilizzato con successo per curare malattie respiratorie, intestinali, urinarie, genitali ecc.

2 – Azione antivirale

Questo olio è molto efficace contro una serie di virus, come l’herpes, l’herpes zoster, influenza, mononucleosi ecc.

3 – Azione immunostimolante

L’olio essenziale di origano non solo è efficace nell’eliminare gli agenti patogeni, ma anche nello stimolare e rafforzare le difese immunitarie.  

4 – Azione antifungina

L’olio essenziale di origano viene usato con successo per curare diversi tipi di micosi (Candida).

5 – Azione antiparassitaria

6 – Facilita la digestione

Stimola il sistema digerente, aiuta ad eliminare i gas e a ritrovare il ventre piatto.

7 – Azione tonica

L’olio essenziale di origano è riconosciuto come un tonico generale ed un eccellente stimolante fisico, mentale e sessuale.

8 – Azione antiossidante

È stato dimostrato che l’origano contiene almeno 3 volte più antiossidanti rispetto ad altre erbe, come la maggiorana, il timo o l’Erba di San Giovanni.

L’olio essenziale di origano combatte efficacemente i radicali liberi, ne previene i danni, e grazie a questo fatto può risultare utile nella prevenzione di diverse malattie, come il cancro o le malattie cardiovascolari.  

9 – Aiuta a regolarizzare i livelli di colesterolo

Alcuni studi hanno dimostrato, che grazie ai suoi componenti carvacrolo e timolo, l’olio essenziale di origano può aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo” LDL.

10 – Aiuta a regolarizzare i livelli di glucosio nel sangue

Diverse ricerche recenti hanno dimostrato che l’olio essenziale di origano può aiutare a tenere a bada i livelli di glucosio nel sangue, a migliorare la resistenza all’insulina, a facilitare il metabolismo dei grassi e dei carboidrati e a rigenerare i tessuti danneggiati del fegato e dei reni.

Grazie a tutte queste proprietà, questo olio potrebbe risultare utile come coadiuvante nel trattamento del diabete di tipo1 e di tipo 2.

11 – Azione antinfiammatoria

Grazie alla presenza i carvacrolo, l’olio essenziale di origano può essere utile negli stati infiammatori. L’effetto sembrerebbe potenziato dall’aggiunta di olio essenziale di timo.

12 – Azione antitumorale

Alcune ricerche hanno dimostrato che il carvacrolo inibisce la crescita di cellule cancerogene e per questo motivo si pensa che l’olio essenziale di origano può essere utile nel prevenire e combattere tumori ai polmoni, fegato e seno.

13 – Coadiuvante nella perdita di peso

L’olio essenziale di origano potrebbe contribuire alla perdita di peso, impedendo la formazione di cellule di grasso. Le ricerche in questo senso sono ancora in corso.  

14 – Equilibrante ormonale

Alcune ricerche hanno dimostrato che l’olio essenziale di origano può aiutare a ristabilire i livelli normali di progesterone e può risultare utile nel trattamento dei sintomi dell’ovaio policistico e nella sindrome premestruale.

15 – Repellente per le formiche e altri insetti

olio essenziale di origano - proprietà benefiche

Grazie a tutte queste proprietà benefiche, l’olio essenziale di origano può essere usato con successo per curare i seguenti sintomi e disturbi:

  • tosse,
  • asma,
  • reazioni allergiche,
  • bronchiti,
  • crampi mestruali,
  • artriti,
  • dolori muscolari,
  • infezioni urinarie,
  • diabete,
  • sindrome dell’ovaio policistico,
  • depressione,
  • mal di testa,
  • acne,
  • psoriasi,
  • calvizie,
  • pidocchi,
  • malattie della bocca,
  • ferite,
  • vene varicose,
  • sovrappeso ecc.

Come si usa l’olio essenziale di origano?

  • Uso topico

L’olio essenziale di origano deve essere usato sempre diluito, perché può risultare aggressivo sulla pelle e provocare pizzicore, bruciore e rossore. Gli oli vegetali maggiormente usati, a seconda del disturbo da trattare, sono l’olio frazionato di cocco, l’olio di mandorle dolci, olio di arnica ecc.

Massaggiato sulla pelle (diluito!), oppure aggiunto ai nostri prodotti cosmetici (creme, lozioni, shampoo ed altri), l’olio essenziale di origano può essere utile per combattere acne, punti neri, psoriasi, punture d’insetto, pruriti, dolori muscolari ecc.

Qualche goccia aggiunta nel bagno caldo può aiutare a distendere i muscoli affaticati.

Massaggiato (sempre diluito!) sul cuoio capelluto, questo olio può aiutare ad eliminare i pidocchi, a lenire l’infiammazione provocata dalla psoriasi e a stimolare la crescita dei capelli.

  • Uso interno

L’uso interno dell’olio essenziale di origano è consigliato in caso di infezioni intestinali e del tratto urinario, problemi digestivi, e per rafforzare le difese immunitarie.

In questo caso, l’olio essenziale di origano andrebbe preso durante i pasti, all’interno di una capsula vegetale insieme a qualche goccia di olio extravergine d’oliva o olio di semi di lino, per ridurre il rischio di irritazione della mucosa gastrica.

  • Diffusore e suffumigi

Aggiunto al diffusore (3-4 gocce), l’olio essenziale di origano aiuta a purificare l’aria e a preservare la salute del sistema respiratorio.

All’interno di suffumigi, invece, è utile per curare le malattie da raffreddamento (tosse, bronchiti).

  • Cucina

L’olio essenziale di origano è ottimo per condire i classici piatti della tradizione mediterranea, come pasta o pizza.

  • Cura della casa

L’olio essenziale di origano è un ottimo ingrediente di prodotti disinfettanti. Basta aggiungere 10 gocce in mezzo litro d’acqua per preparare uno spray da usare per pulire le superfici della casa.

Con quali oli può essere abbinato?

L’olio essenziale di origano si sposa perfettamente con i seguenti oli essenziali: Timo (Thyme), Menta piperita (Peppermint), Lavanda, Basilico, Rosmarino, Bergamotto, Cipresso, Cedro (Cedarwood), Copaiba e Melaleuca (Tea Tree).

Avvertenze e controindicazioni

Questo è un olio da usare molto attentamente e sempre diluito.

Pur essendo un olio straordinariamente efficace, non è privo di tossicità. Per questo motivo è sconsigliato ai bambini con meno di 15 anni, alle donne incinte e alle giovani mamme che allattano.

Non andrebbe mai usato per più di 3 settimane consecutive.

Non va mai applicato puro sulla pelle e su zone cutanee estese.

Dove e come comprare l’olio essenziale di Origano

La qualità e la purezza è l’aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si acquista un olio essenziale. DoTERRA garantisce la totale purezza e il grado terapeutico dei suoi oli attraverso il protocollo “CPTG – Certified Pure Therapeutic Grade”.

L’olio essenziale di Origano può essere acquistato online al seguente link al prezzo di €36,67 cliccando sulla sigla “Negozio”. Se invece desideri risparmiare ed acquistare i tuoi oli all’ingrosso (per fare un esempio, pagheresti solamente €27,50 per una bottiglietta da 15 ml di l’olio essenziale di Origano, più di 9 euro di risparmio per un solo olio!), ti suggerisco di iscriverti al sito cliccando sulla sigla “Aderisci e risparmia” e seguendo le istruzioni passo-per-passo, che troverai QUI.

Se, invece preferisci altre marche, puoi trovare diverse alternative cliccando sul tab “Negozio” -> “Altri prodotti”.

prodotti consigliati

Conclusione

L’olio essenziale di origano è un olio che dovrebbe far parte del nostro kit base, perché può risultare utile durante tutto l’anno.

Se usato con le dovute precauzioni, questo olio può diventare un fedele alleato della nostra salute, andando ad agire con efficacia laddove gli altri rimedi hanno fallito.

Le sue proprietà benefiche sono oggetto di tantissimi studi e ricerche, che hanno già dimostrato la sua potente azione antibatterica ed antiossidante.

Risorse

“La mia Bibbia degli oli essenziali”, Danièle Festy

“Essential Oils for Beginners: The Guide to Get Started with Essential Oils and Aromatherapy”

“Essential Oils of Oregano: Biological Activity beyond Their Antimicrobial Properties.” Leyva-López N, Gutiérrez-Grijalva E.P., Vazquez-Olivo G, Heredia J.B.

“Anti-inflammatory and anti-ulcer activities of carvacrol, a monoterpene present in the essential oil of oregano.” Silva F.V., Guimarães A.G., Silva E.R., Sousa-Neto B.P., Machado F.D., Quintans-Júnior L.J., Arcanjo D.D., Oliveira F.A., Oliveira R.C.

“Effects of a Combination of Thyme and Oregano Essential Oils on TNBS-Induced Colitis in Mice” Alexandra Bukovská, Štefan Čikoš, Štefan Juhás, Gabriela Il’ková, Pavol Rehák, and Juraj Koppel

“Antioxidant activity and phenolic compounds in selected herbs.” Zheng W, Wang SY.

“Carvacrol Protects against Hepatic Steatosis in Mice Fed a High-Fat Diet by Enhancing SIRT1-AMPK Signaling.” Kim E, Choi Y, Jang J, Park T.

“Effects of oregano essential oil on brain TLR4 and TLR2 gene expression and depressive-like behavior in a rat model” Azam Amiresmaeili, Samira Roohollahi, Ali Mostafavi, and Nayere Askari